mercoledì 18 settembre 2013

Sopravvivenza di coppia - 1

L’amore è una cosa meravigliosa. Una lunghissima convivenza no. Condividere costantemente i propri spazi e le proprie abitudini con un altro essere umano può trasformarsi in qualcosa di abbastanza simile a una reclusione in una cella comune. È per questo che le coppie più toniche sono quelle in cui ognuno dei due continua a condurre una vita quasi individuale, fregandosene di chi non ha niente di meglio da fare che chiedere: “Ma non uscite mai assieme? State sempre in due posti diversi…”
Se la vostra relazione è tale da costringervi a passare la maggior parte del vostro tempo accanto a lei / lui, ci sono alcune piccole accortezze da rispettare.

PER LUI: sei in un locale con servizio al bancone dove lei prende sempre un piatto che le piace in modo speciale (che so, pizza). All’improvviso lei ti dice: “Vai te a fare la fila?”
Da evitare tassativamente! Inventati una scusa, dille che hai mal di schiena e non puoi stare in piedi, falle credere che aspetti una telefonata urgente, ma NON dirle MAI: “Va bene, vado io”.
Cosa? Le hai appena risposto così?!?
… Mi spiace, ormai sei fottuto. Adesso lei ti sorride e ti dice:
“Allora: ti fai dare un pezzo di quattro stagioni però senza carciofini, e mi raccomando che non ci siano puntini neri sul pomodoro perché sono i pezzetti della farina bruciata che a me fa male, a meno che non sia l’origano, però devi chiedergli conferma se lo è davvero perché a volte ce lo mettono e a volte no, e si confonde con la farina bruciata. E mi raccomando: la porzione te la fai tagliare da una pizza uscita dal secondo forno da destra, non da sinistra, mi raccomando: secondo da destra, ok? È il forno che cuoce meglio, gli altri seccano troppo l’impasto. E fa attenzione che non ci sia troppo pomodoro, se no la sfoglia si imbeve e diventa gommosa. Gli devi chiedere che ti tagli un pezzo all’angolo sinistro del lato basso della teglia. Attenzione però: io dico ‘il lato basso’ perché quando sfilano la pizza dal forno in genere la mettono sul bancone in posizione opposto rispetto a quella che aveva durante la cottura. Per capirci: devi farti tagliare un pezzo sul lato della teglia che durante la cottura stava più vicino al fuoco, non il lato che stava più lontano, chiaro? E gli devi chiedere che la tagli partendo dall’angolo sinistro – a meno che mettano la teglia sul bancone nella stessa identica posizione che aveva entro il forno, in quel caso diventa l’angolo destro e quindi gli devi chiedere di partire dall’angolo destro – perché quello è il punto in cui l’impasto si cuoce meglio”.
Vai, vai a prendere la pizza esattamente come te l’ha chiesta lei. Adesso sono cazzi tuoi…
(continua)

19 commenti:

  1. l'unica è: staccare il telefonino (per evitare che il gps ti possa rintracciare), confonderti tra la folla in coda, uscire dalla porta di servizio e mandare una mail a "Chi l'ha visto?" con la dicitura: "ringrazio tutti quelli che mi hanno voluto bene, ma non cercatemi!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure simulare uno svenimento improvviso ;-)

      Elimina
  2. Ahaha!
    Son d'accordissimo per la prima parte (io non capisco le coppie che DEVONO fare tutto assieme sempre).

    Però io non sono così nelle ordinazioniiii!
    Sulla pizza ho un must: SEMPRE SENZA mozzarella (rimane mooolto + leggera), ma x il resto nessuna variazione!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco chi ha necessità più complesse ;-)

      Elimina
  3. Ma se stanno seeeempre insieme il lui di turno dovrebbe saperlo e darsi alla macchia per tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti col tempo si acquisisce la necessaria esperienza per salvarsi :-)

      Elimina
  4. Io conosco un uomo che fa così.. terribileee.. e lo fa davvero!!!
    Per una crepes fece diventar matta la cameriera perchè la voleva col gelato alla nocciola ma senza pezzettini di nocciola e voleva sapere con che latte era fatta perchè un certo tipo di latte gli fa male e ore per capire che genere di panna accompagnava il tutto e che "gradazione" di cacao potesse avere il loro gelato fondente.. "ma quanto è fondente?"... -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É una conseguenza della parità dei sessi: stesse nevrosi :-P
      Comunque, ci saranno anche post "anti-lui" ;-)

      Elimina
  5. Oddio, temo di essere di gusti troppo semplici... Però ora ho voglia di pizza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché "temo"? Rimani così, mantieni gusti semplici! Sono una panacea per la vita di relazione ;-)

      Elimina
  6. Tutto vero, ma può andare anche peggio.
    Una mia ex trattava male (ma veramente male) commessi e camerieri.
    Una roba che avrei voluto rimpicciolirmi fino a svanire nell'etere.
    Non voglio neanche pensare quante volte le avranno sputato sulla pizza o nel caffé.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è anche peggio. D'altra parte il cameriere di turno si altera (eufemismo) abbastanza di fronte a certe richieste particolarmente specifiche e mai pienamente soddisfacenti per il cliente.

      Elimina
  7. Risposte
    1. A volte siamo inconsapevoli delle nostre fortune ;-)

      Elimina
  8. Solo io prendo solo una banalissima margherita? Sarò strana io...

    RispondiElimina
  9. puo darsi che hai complessita' in altri ambiti...
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In tutti gli altri ambiti! Però sulla pizza si può stare tranquilli. Ahahah!

      Elimina