domenica 22 settembre 2013

Sopravvivenza di coppia - 2

PER LEI: Il tuo lui è un appassionato di calcio, e ogni tanto va in qualche locale col maxischermo per seguire la partita con gli amici. All’improvviso decidi che, siccome dovete condividere tutto, devi rassegnarti a stare con lui anche in questa circostanza.
Non ci pensare neanche! Organizzati diversamente, rischi di scoprire cose sconvolgenti!
… Sì, so bene che tu sei consapevole di quanto il calcio rimbecillisca gli uomini, e comunque sei disposta a tollerarlo considerato che qualche momento di idiozia bisogna pur concederselo nella vita. Ma non ha senso che tu vada ad appurare personalmente quel che accade durante tali momenti!
… Niente da fare, sei ostinata. Peggio per te.
Ed eccoti accanto a lui e ai suoi amici tifosi: l’avvocato che parla come un libro stampato e il timidissimo impiegato comunale. Inizia la partita.
“Ma chi cazzo ha messo sulla fascia destra?”
“No, questo coglione ha rotto le palle! Schiera i terzini fuori posizione pur di giocare con questa merda di 3-5-2 che non usa più nessuno! Ormai siamo nell’era del 4-3-3!”
Non pensavi che dicessero tutte queste parolacce? ‘Beh, ma sono gli altri due’, tu pensi. Il tuo lui si fa prendere dalla tensione del match, certo, ma non si permetterebbe mai di…
“Grandissimo figlio di una rotta in c***! Arbitro di merda! Ci fischi sempre contro, come mai? Forse quella zoc**** di tua moglie la dà a uno dei nostri?”
Sì, lui ha appena pronunciato esattamente le parole che hai ascoltato. Stai per dirgli qualcosa, ma proprio ora la squadra per cui lui tifa ha infine segnato…
“Gooooooool!!! Sììììììììì!!!!!”
Stai pensando che non l’avevi mai visto in preda a una simile eccitazione neppure mentre facevate sesso sfrenato. E quell’esultanza ha qualcosa di inquietante… Te lo leggo in faccia, tu stai rammentando quella volta in cui lui proprio non riusciva a venire, sembrava stanco, svogliato, poi ha cominciato a carburare e al momento culminante è scoppiato in quell’urlo liberatorio: “Goooooooo!”
Tu eri convinta che fosse una deformazione di “godo”, ma ora ti sta venendo l’orrendo dubbio che lui si stava eccitando pensando a un tiro all’incrocio dei pali… che non gliene fregava niente di te in fervida attesa della sua penetrazione, perché lui invece sognava penetrazioni in area di rigore con pallone a scavalcare il portiere…
Il tuo volto si adombra per l’atroce sospetto… Hai visto che avevo ragione quando ti dicevo di lasciarlo andare da solo coi suoi amici?
(continua)

19 commenti:

  1. ... e meno male che non era calcio femminile!

    RispondiElimina
  2. Esiste anche il calcio femminile?
    (Battuta da maschilista sciovinista retrogrado, lo so, ma non ho resistito)

    RispondiElimina
  3. Ehm… scusa la brutalità del commento ma…
    se a una donna il calcio non interessa è una cogliona se si mette assieme a un (coglione) a cui piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ragionamento fila. Però se tutte le donne alle quali non piace il calcio decidono di cercare solo uomini ai quali ugualmente non piace il calcio, significa che tre o quattro milioni di donne devono contendersi una decina scarsa di uomini...

      Elimina
  4. Meglio!
    Almeno le coppie che si formeranno saranno così altamente selezionate, e in caso di riproduzione c'è anche la speranza che l'umanità possa migliorare :-)

    RispondiElimina
  5. Ho visto dei miei conoscenti guardare partite e non ci sono mai più andata con loro in posti simili.
    Uomini con cui avrei potuto avere frequentazioni differenti li ho scartati immediatamente solo per queste assurdità calcistiche! -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovete aver pietà di noi in quei momenti... Siamo tossicomani sotto scimmia, non siamo davvero noi. Passato l'effetto del trip, ritorniamo normali.

      Elimina
    2. Ma è una cosa ingiusta perchè se io esco con uomini che amano il calcio e loro passano il tempo sullo smartphone a vedere risultati o scelgono locali per la grandezza dello schermo, allora bisogna capirli.
      Invece se le ragazze parlano di make-up, sono superficiali; se per esempio io vado in pizzeria e mi porto dietro un manga da leggere, sono asociale; se le ragazze scelgono un qualche posto che ai maschi non piace, sono egoiste.. ti sembra giusto? -_-

      Elimina
    3. Che ti devo dire, sarà per queste problematiche che io col tempo sono diventato un asociale...
      ;-)

      Elimina
  6. Io detesto il calcio e, fortunatamente per me, mio marito fa parte di un gruppo non tanto grande di persone che, sebbene non lo detestino, se ne frega quasi completamente.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono ossessionato dal calcio, però non posso neppure dire che me ne frego...

      Elimina
  7. Un uomo che afferma di non amare il calcio è un uomo che mente sapendo di mentire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne trovano alcuni che sinceramente lo detestano, ma sono pochissimi. Più o meno come trovare una donna che odia fare shopping.

      Elimina
  8. Risposte
    1. Sopportare un uomo appassionato di calcio è lo scotto che tocca a quasi tutte le donne. Non è masochismo, è ineluttabile destino ;-)

      Elimina
    2. Mi riferivo al fatto di vedere le partite con lui. Io ne cercherò uno non appassionato di calcio, onde evitare problemi.

      Elimina
  9. Il mio compagno ODIA VISCERALMENTE il calcio, e no, non mente…

    RispondiElimina
  10. Solitamente mio marito non guarda il calcio, se lo guarda è con mio padre ed entrambi sono molto pacati per fortuna... Il calcio crea dei moti di violenza che mi fanno quasi paura. Non parlo del gioco in sé, ma allo stadio per esempio si percepiscono comportamenti disumani... L'ora di odio di 1984

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo di rimbambimento programmato ;-)

      Elimina