domenica 21 dicembre 2014

Buone feste natalizie

Come "regalo" natalizio vi offro alcune citazioni di Hector Hugh Munro "Saki", che già in altre occasioni mi aveva aiutato a riempire le pagine di questo blog. Sono adattissime alla stagione: le ho tratte da un racconto che si intitola, appunto, "Reginald e i regali di natale".
Auguri a tutti :-) Il viziato damerino vittoriano Reginald vi darà ora utili consigli, mentre il molliccio blogger Ariano Geta vi da appuntamento al 30 dicembre per i saluti di fine anno.

Io sostengo che dovrebbero essere creati dei corsi che insegnino la scienza di fare regali natalizi, con tutte le tecniche ad essa relative. Al momento mi sembra che nessuno abbia la benché minima idea di cosa gli altri vogliano ricevere per regalo, e le opinioni più diffuse riguardo questo argomento sono indegne di un paese che voglia definirsi ‘civilizzato’.
Tanto per cominciare, c’è la solita parente campagnola che pensa che ‘una cravatta è sempre utile’, e quindi ti regala un orrendo pezzo di stoffa pieno di palle che si può indossare solo di nascosto, o a Carnevale. Questo tipo di ‘cravatta’ sarebbe veramente utile se venisse usata per legare una pianta di fragole al suo palo di sostegno. Avrebbe una duplice utilità: aiutare la crescita dei germogli più deboli, e terrorizzare gli uccellini meglio di uno spaventapasseri (è un fatto dimostrato: i passeri capiscono quando una cravatta è orrenda
[...]

In genere le zie che apprendono meglio l’arte di regalare sono quelle con qualche quarto di sangue non inglese. Certo che sarebbe bello potersi scegliere la propria zia. Alternativamente si può scegliere il proprio regalo, e poi mandare alla zia il conto da pagare [...]

... gli amici. Anche quelli più intimi, quelli che in teoria dovrebbero conoscerti meglio di chiunque altro, spesso fanno degli errori clamorosi. Vedete cari amici, io NON faccio collezione di edizioni economiche  delle Quartine di Omar Khayyam. Lo scorso anno ne ho ricevute quattro [...]

Personalmente non capisco dove sia tutta questa difficoltà nello scegliere il regalo giusto. Qualunque gentiluomo beneducato (e io sono uno di quelli) è in grado di apprezzare le splendide bottiglie così rispettosamente esposte nelle vetrine della liquoreria Morel. Ecco, per questo tipo di regalo non avrei problemi neppure se ne ricevessi quattro uguali. Volete mettere quel piacevole thrilling che si prova mentre si toglie la carta pensando: sarà limoncello o grappa Chartreuse? Roba da far venire i brividi, tipo quando cali lentamente sul tavolo una scala reale al termine di una partita a poker. La Chartreuse è davvero una delizia straordinaria, che contraddice palesemente coloro che sostengono che il Cristianesimo è in preda ad un declino irreversibile e un giorno finirà per scomparire: una religione dotata di un convento capace di creare un liquore del genere non sparirà mai.

Tanti auguri per un felice Natale con... regali azzeccati!

16 commenti:

  1. Augurissimi caro Ariano, a te e a tutte le persone a cui vuoi bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nick, pienamente ricambiati :-)

      Elimina
  2. Tantissimi auguri anche da me, Ariano!
    Simpatici i brani. L'episodio di Omar Khayyam mi ha fatto ricordare un amico che un tempo lavorava in una libreria cattolica e a ogni Natale riceveva in regalo alcune copie del film Jesus Christ Superstar^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sono gli imprevisti del mestiere ;-)
      Buon Natale anche a te Ivano :-)

      Elimina
  3. Ahaha! La parte della cravatta mi ha fatta morire!!
    Comunque è vero, molta gente fa regali senza minimamente tenere conto della persona che li riceverà! Comprano ciò che piace a loro ._.
    Io ho ricevuto anni fa un cappello di lana e una sciarpa di flanella per me orribili che erano la fotocopia di quelli che utilizzava la persona che me li ha regalati... morale della favola: il cappello è stato recentemente trasformato in un sacchetto porta caramelle e la sciarpa l'ho data a mia mamma perché lei le usa e le stanno bene! :°D

    Auguri Arianooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il riciclaggio è il futuro. Compreso il riciclaggio dei regali natalizi sbagliati ;-P
      Augurissimi anche da parte mia!

      Elimina
  4. Oddio.. il liquore.. c'è una persona che siccome una volta dissi che mi piaceva un certo liquore, me ne ha regalato almeno 4 bottiglie finora ma io non ne ho mai finita una perchè non ne bevo granchè e il fatto che mi piaccia non significa che tutto il resto mi fa schifo.. temo altre bottiglie future! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso che proprio non riesci a sfruttarle, puoi darle a Reginald ;-P
      Auguri :-)

      Elimina
  5. Il liquore è sempre bene accetto.... meno le cravatte, i portafogli, le cinture e tutti gli accessori a cui si pensa quando non si ha niente a cui pensare.
    Tanti auguri Ariano! Buon Natale e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il liquore si sfrutta sempre.
      Tanti auguri anche a te :-)

      Elimina
  6. Comunque scegliere il regalo è molto difficile...
    Ti faccio i miei migliori auguri del Buon Natale.

    RispondiElimina