giovedì 8 gennaio 2015

Je suis Charlie


In genere resto slegato dalle questioni di cronaca, ma questo è un caso che riguarda la libertà di espressione. Raccolgo perciò l'invito di Nick, con convinzione.

6 commenti:

  1. Di solito resto slegato anche io alle questioni di cronaca, ma chiunque tocchi un artista o l'intera libertà di espressione tocca anche me.
    Grazie per aver alzato la matita. amico mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovere. In questo caso più che mai.

      Elimina
  2. Queste cose mi amareggiano sempre a tal punto che qualsiasi reazione mi appare drammaticamente insufficiente.
    Che schifo di specie che siamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non siamo tutti uguali, per fortuna.

      Elimina
  3. Durante il mio viaggio in medioriente la scorsa estate (Israele e Palestina) entrando a contatto con persone del luogo e parlando con loro, ho avuto modo di capire in percentuale infinitesimale i meccanismi (perversi, malati, guerrafondai) di questo tipo di azioni. Anche su questo dovrei dedicare un post apposito.
    (OT, non ti ho più risposto nel topic sul pensiero pessimista, ci ho dedicato direttamente un post nel mio blog :-))

    RispondiElimina