mercoledì 9 dicembre 2015

Andrey Remnev

Il post odierno è dedicato al pittore contemporaneo russo Andrey Remnev, artista che ho scoperto recentemente e ho da subito adorato per il suo stile elegantissimo. Si ispira molto alla tradizione figurativa della sua patria, dalle classiche icone sacre delle chiese ortodosse sino al costruttivismo, ma non in modo esclusivo. Nelle sue tele vi è una raffinatezza che pare risalire sino al Rinascimento italiano e al tempo stesso una sorta di realismo magico che evoca il simbolismo.

I suoi soggetti preferiti sono figure femminili che emergono dai secoli passati con indosso abiti sontuosi, opere d'arte a loro volta, ma anche fondali profondamente russi, soprattutto interni di dimore o imprecisati edifici che potrebbero ospitare zar e boiardi.
Però al centro della tela ci sono sempre loro, le donne. Una fanciulla con abiti semplici può diventare illusoriamente una gigantessa, una "Tempesta" citando il titolo del quadro, relegando a mero sfondo una città che pure potrebbe essere la possente San Pietroburgo.
Le donne di Remnev sono aristocraticamente composte e sempre serie, talvolta addirittura austere, ma possono diventare enigmatiche come la dama settecentesca che scherza col suo "Favorito", un fantoccio.

É doveroso segnalare il sito ufficiale dell'autore:
http://www.remnev.ru/en/
che vi invito a visitare "sfogliando" una per una le numerose opere visibili nella galleria on line, un autentico piacere per gli occhi.


18 commenti:

  1. Hai ragione, davvero affascinante: è molto classico ma in chiave moderna!

    RispondiElimina
  2. Bellissima segnalazione di un artista che non conoscevo: ho curiosato nel sito ufficiale e mi hanno colpito anche i dipinti dedicati alla natura, fiori e paesaggi.
    Anche la luce è incredibile!

    RispondiElimina
  3. Grande scoperta! Bellissima l'immagine della ragazza che si strizza il vestito... hai notato che nella pozzanghera si intravede una figura umana affacciata alla finestra che non è altrimenti visibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente no, me lo hai fatto notare tu.

      Elimina
  4. Mi piace proprio perché ricorda in alcuni punti l' arte sacra ortodossa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pittore afferma lui stesso di prendere spunto dalle icone tradizionali russe, e in effetti si vede.

      Elimina
  5. Bellissimi... non li avevo mai visti!
    Mi piacciono molto così puliti e ricchi allo stesso tempo! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tecnica di base, quasi mortificata da certe malintese forme di arte moderna, ha la sua importanza, accidenti se ce l'ha.

      Elimina
  6. Ci vuole un attimo a scindere lo stile pulito e moderno dai tratti classici, ma poi è veramente una grande scoperta. Grazie! (P.S.: devo ancora trovare il tempo di risponderti in pvt... )

    RispondiElimina
  7. Io ultimamente, quando mi innamoro di un pittore poco conosciuto, apro una bacheca Pinterest apposita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è esattamente uno sconosciuto, è riuscito a ritagliarsi un suo spazio. Però, certo, è noto più agli addetti ai lavori che alla gente comune.

      Elimina
  8. Non lo sapevo, ma sono tutti bellissimi.

    RispondiElimina
  9. Ci sono pubblicazioni italiane su Remnev?

    RispondiElimina