sabato 9 marzo 2013

Posso brevettarlo?

Poiché non mi interesso granché alle chiacchiere sulla gente, ho un'enorme difficoltà a tenere a mente i vari rapporti di parentela o le situazioni interpersonali che esistono fra Tizio e Caio.
Il problema è quando i pettegolezzi in questione non sono mera conversazione condominiale ma l'essenza della trama di un romanzo.
Come fare per memorizzare i legami fra i personaggi e le evoluzioni nei loro sentimenti reciproci senza dover rileggere di continuo le pagine precedenti?
Io sto sperimentando un segnalibro con annotazioni, ovvero una striscia di carta bianca sulla quale trascrivo le varie informazioni man mano che la vicenda procede.


Che ne dite, è un'idea da brevettare?

14 commenti:

  1. Brevettalo, visto il momento, avrai molto da fare: è un pettegolezzo continuo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i pettegolezzi non letterari ci fai poco con un segnalibro, ci vuole un moleskine formato pagine gialle ;-)

      Elimina
  2. Io sono talmente confusionaria da usare direttamente l'agenda, con i post-it per segnare i richiami: un segnalibro, purtroppo, si riempirebbe subito di tutto e il contrario di tutto ^^;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considera che il libro in questione è una novella di cento pagine, se fosse un bel tomo avrei bisogno anch'io di un'agenda...

      Elimina
  3. Io direi di brevettarlo, senza alcun dubbio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mando subito una richiesta ufficiale all'ufficio brevetti ;-)

      Elimina
  4. Bellissimo.. ahahah!
    Anche io ho serie difficoltà con nomi, parenti e relazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti concedo l'utilizzo dello strumento da me inventato senza dover pagare il copyright ;-P

      Elimina
  5. Cavolo, sì!
    Io con le parentele non mi ci ritrovo proprio, forse anche perché provengo da una famiglia con pochissimi zii e praticamente zero cugini.
    E al tuo segnalibro aggiungerei anche lo spazio per inserire una piccola fotografia. Nel caso di romanzi con parecchi personaggi, assegnargli un volto "noto" mi è stato utile per ricordarmi chi fossero e che ruolo avevano nella storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora devo aumentare le dimensioni del segnalibro ;-)

      Elimina
  6. bellissimo!! io lo userei un sacco... anche con un racconto che ho scritto io, pieno di personaggi, ho avuto bisogno di scrivermi le parentele e le date di nascita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a te concedo l'utilizzo gratuito del mio brevetto
      :-D

      Elimina
  7. Che bel idea... lo proverò anch'io, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a te concedo l'uso gratuito ;-)

      Elimina