sabato 1 aprile 2017

Una cosa che mi è successa

A volte possono capitare sorprese inattese in relazione ai nostri sogni di una vita.
Diventare uno scrittore professionista, con tanto di contratto e anticipo monetario "sulla fiducia" di quanto saprò scrivere, è sempre stato chiaramente un mio sogno.
Ora l'opportunità mi si è finalmente presentata, ma in termini diversi da come la immaginavo.
Giorni fa sono stato contattato da un'associazione che gestisce alcuni siti aggregatori di notizie, sia in Italia che all'estero. Mi hanno proposto un "lavoro" retribuito per scrivere un articolo al giorno che verrebbe pubblicato sui loro siti, anche quelli esteri previa traduzione in inglese che sarebbe comunque a loro cura.
Non è come pubblicare narrativa, ma si tratta comunque di guadagnare scrivendo e sarebbe alquanto utile come esperienza.
La cosa che mi lascia perplesso però è la tipologia di articoli che mi vengono richiesti. 
Il referente dell'associazione in questione, che si autodefinisce peraltro "la voce sul web" di una ONG di cui per ovvi motivi non dirò il nome, mi ha spiegato solo verbalmente che gli articoli dovrebbero basarsi sulla enfatizzazione degli squilibri sociali e della crisi dei valori nei quali sta cadendo l'Italia, dovrebbero avere un tono perennemente polemico e riportare dati e link presi da altri siti web che mi indicherebbero loro. Inoltre ha aggiunto che dovrei redigere gli articoli avendo come obiettivi la progressiva destabilizzazione del paese e l'insorgenza nel lettore di una sensazione da stato di emergenza e da clima di assedio a causa di un complotto internazionale. I toni dovranno diventare particolarmente tesi e quasi apocalittici durante la prossima campagna elettorale, con metodologie simili a quelle (parole testuali del referente) "già utilizzate con successo negli Stati Uniti"...
Che dite, accetto o è meglio che declino?

26 commenti:

  1. Accetta, accetta! Fai concorrenza al Tg4! Al Tg3, al Tg2, al Tg1, zero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lancio riuscito! Siamo in orbita!
      :-D

      Elimina
  2. Guarda che t'ho sgamato, eh? Oggi è l'1 Aprile! 😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Sgamato"... Si vede che sei romana d'adozione :-D

      Elimina
  3. Primo aprile, eh? Per un attimo mi hai preoccupato...

    RispondiElimina
  4. Stesso primo aprile, altro pesce!!!!!!
    ahhahhahahaha
    Non vengo più sul tuo blog se ti (s)vendi così ahhahahahhahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se mi pagano bene...
      ;-)

      Elimina
    2. prrrrrrrr
      se pagano bene o se ti pagano?????

      Elimina
  5. Pesce d'aprile o conferma della teoria del complotto, c'è da pensarci su ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che invece hai già pensato la cosa giusta ;-)

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Non vale! Protesto! Del nostro giro di blogger il solo vero incomparabile complottista-destabilizzatore-apocalittico sono io!

    RispondiElimina
  8. Ci sono cascata in pieno e ti avrei consigliato di non accettare per non rischiare di diventare un "uccellaccio del malaugurio"
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto uccellacio del malaugurio già lo sono in parte ;-)

      Elimina
  9. Spero sia un pesce perchè sappi che non leggerò mai i tuoi articoli complottistici atti a suscitare paranoia.. ma ti ci vedrei a scrivere bene per questo tipo di articoli.. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il miglior complimento che potessi farmi!
      :-D

      Elimina
  10. Vabbè... adesso fai marcia indietro per le reazioni dei commentatori. Dai, è arrivata anche a me la proposta, per altro ci pagherebbero pure tanto :O
    Hai deciso, alla fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho deciso che la mia onestà non è in vendita.
      Ma i miei servigi come scribacchino sì, quindi accetto :-D

      Elimina
  11. Peccato che odori di pesce... Sarebbe bello aprire un portale complottista. Hai idea dell'audience, dei guadagni in pubblicità, le comparsate in tv, e magari persino una conferenza al senato? Wow!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già tanti, c'è troppa concorrenza in questo settore ;-)

      Elimina
  12. Io non vedo l'ora di leggere il tuo primo articolo!

    RispondiElimina
  13. Hai già deciso? Sono curiosa di sapere se l'hai accetatto o no...

    RispondiElimina