giovedì 20 giugno 2024

Haiku boy #154

 


Nota per i non-nipponofili: in Giappone il giorno dell'Equinozio di Primavera (Shunbun No Hi) è una data festiva ed è legata a varie tradizioni popolari, tra le quali anche una visita ai propri defunti.
Ma c'è pure chi ha "tradizioni" personalizzate... ;-)



19 commenti:

  1. Bellissima parentesi accompagnata da una bellissima poesia. <3

    RispondiElimina
  2. Eh già, ognuno festeggia a modo suo 😀

    RispondiElimina
  3. Perché disprezzare? La diversità, finché non si trasforma in ghettizzazione dell' "altro" (o anche peggio) é un bel modo per vedere le cose da piú angolazioni e avere una visione piú ampia.

    RispondiElimina
  4. Due parentesi di vignetta lontane ma entrambe esistenti. Magari poi anche Shinako coverà elucubrazioni di qualche specie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente si, in fondo ha comunque una sua "filosofia di vita".

      Elimina
  5. Molto toccante la visita al cimitero, molto meno poetica l'altra ma d'altronde Shinako è fatta così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shinako ha una concezione personale di cosa sia poetico :-D

      Elimina
  6. Ciao non sono anonimo. Sono il blogger Decliviodomani. Ho avuto dei problemi con il computer e (ahimè) ho dovuto chiudere anche il blog. Ma non volevo sparire così da un giorno all'altro. Magari riaprirò dopo le vacanze.
    Un salutone e buona estate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per il blog, spero che riuscirai a recuperarlo.
      Buona estate anche a te!

      Elimina
  7. Io ho sempre voluto due fidanzati, perchè ne ho solo uno? 🤔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, benvenuta :-)
      Non so rispondere alla tua domanda, ma presumo che al tuo fidanzato non dispiaccia affatto che tu abbia solo lui :-D

      Elimina
  8. Di striscia in striscia diventa sempre più difficile farli separare

    RispondiElimina
  9. Beh certo, ognuno festeggia come vuole! :D

    RispondiElimina
  10. Avevo sentito parlare di questa festa. :)
    P.S. Certo che Dorogomi dagli scorci sembra una città appena bombardata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è il prototipo di una città post-industriale che è rimasta tagliata fuori dalle nuove produzioni più tecnologiche, sono rimasti solo impianti inquinanti circondati da quartieri fatiscenti dove vivono i cittadini più poveri che non possono permettersi di meglio.

      Elimina