giovedì 11 gennaio 2018

Mangasia


Si è tenuta al Palazzo delle Esposizioni a Roma la mostra Mangasia, peraltro discretamente pubblicizzata sui mass media.
Io ci sono andato per lo più per l'interesse verso il fumetto giapponese, ma la mostra aiuta a scoprire la storia anche di altre realtà, alcune emergenti (come i manhwa coreani e cinesi) altre ancora poco conosciute come i comics filippini, indonesiani e del subcontinente indiano.
Ho scattato alcune foto che ho piacere di condividere con voi.
Vi sono molte tavole originali di grande effetto. Questa è del pioniere dei manga, Osamu Tezuka.


Vi sono anche esempi di manga art con la fusione di fumetti odierni e stampe tradizionali giapponesi, ad esempio questo incontro fra i personaggi di Eiichiro Oda e i disegni del leggendario artista del XIX secolo Hokusai:


Come detto non mancano esempi di fumetti di area non nipponica. Ne propongo un paio di tavole:



L'allestimento della mostra ha elementi che colpiscono l'attenzione, un po' suggestivi e un po' kitsch...



Insomma, è stata una visita interessante, sicuramente imperdibile per un nipponofilo come me.

14 commenti:

  1. Che bella.. mi sarebbe tanto piaciuto vederla.. :s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teniamoci informati a vicenda quando ci sono eventi "asiatici" dalle nostre parti ;-)

      Elimina
  2. I tuoi aggiornamenti offrono sempre informazioni interessanti, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego, mi fa piacere essere utile :-)

      Elimina
  3. Complimenti per il reportage e detto sinceramente mi dispiace che dalle mie parti non si organizzino mai mostre come queste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non è detto che non organizzino cose del genere a Milano o Venezia. Però non ho idea di quanto tempo ti ci voglia per andare nell'una o nell'altra. Io col treno ci metto un'ora per andare a Roma.

      Elimina
  4. Deve essere una mostra interessante, i manga giapponesi hanno davvero rivoluzionato il mondo del fumetto e rivoluzionato la nostra infanzia (io però sono rimasta ferma ad Heidi...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne hanno fatta di strada da allora, non sempre bella, ma comunque molto variegata nell'offerta, trovi di tutto. E sono imitati anche in Europa da disegnatori nostrani.

      Elimina
  5. Non ho mai letto un manga in vita mia... al massimo ho visto gli anime che ne hanno tratto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É già un inizio, manca solo lo step successivo ;-)

      Elimina
  6. Sembra interessante, conosco solo Tezuka Osamu...

    Auguri di un buon 2018, in ritardo... Spero che l'hai iniziato bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, molto interessante, c'erano anche tavole di fumetti molto vecchi (anni '30).
      Buon anno a te!

      Elimina