venerdì 23 settembre 2011

Scritture andate a male

Per ogni dieci post che pubblico, ce ne sta almeno uno che è stato abbozzato e successivamente scartato, quasi sempre perchè "non attinente" allo spirito di questo blog.
Anche fra i miei progetti di scrittura capita che qualcosa venga iniziato, ma non terminato. Al momento l'elenco include:
-una specie di romanzo fantasy fermo a pagina 50 (ma dubito fortemente che altre seguiranno perché risale a taaaaanti anni fa e ho perso lo spirito per continuarlo);
-un romanzo poliziesco fermo a pagina 40 (vale quanto sopra);
-un progetto con la "scaletta" già pronta per riscrivere "King Lear" di Shakespeare in chiave noir e moderna (su questo conto di tornarci, prima o poi);
-un racconto inutile - e improponibile per qualunque editore - quasi terminato (purtroppo i racconti scritti solo per mio personale diletto sono gli unici che riesco a concludere sempre... chissà perché);
-la seconda parte de "L'anno prima del bicentenario", già scritta in bozza ma necessitante di adeguato ed imponente editing.
Si accettano scommesse sul primo che verrà portato a termine...

11 commenti:

  1. Il racconto per diletto?
    Guarda, io ho almeno cento cose che comincio e poi non riesco mai a concludere, compresi almeno un centinaio di post.
    Però è bello sapere di essere in compagnia.

    RispondiElimina
  2. Io avrei una proposta, valida per te e per tutti: "dare" a chi lo desidera la parte di racconto/romanzo già scritta per portarla a compimento. Magari ne potrebbe uscire una buona colaborazione!

    RispondiElimina
  3. Be', no. Io di solito porto tutte le mie storie a conclusione. Ma questo non significa che tutte quante meritino di essere mostrate al pubblico ^^

    RispondiElimina
  4. Bel titolo! :)
    Io ho:
    - un racconto fanta thriller futuristico, di cui ho concluso il capitolo 4.
    - un racconto thriller, di cui ho scritto 2 capitoli;
    - un racconto concluso fantasy(28 capitoli);
    - un racconto stile storia d'amore adolescenziale ma non troppo con note parecchio thrillerose, fermo a pag.70
    - altra roba che non ha senso nemmeno catalogare...
    :))

    RispondiElimina
  5. @TIM: Mi piace la tua idea :)

    RispondiElimina
  6. @TIM.
    Mi piace molto la tua idea. :)

    RispondiElimina
  7. Beh, come "cimitero" non è neppure troppo affollato... al confronto le cartelle documenti di mooolti, troooppi aspiranti autori son fosse comuni...

    Scommetto sul "Bicentenario" ;-)

    Alessandro Forlani

    RispondiElimina
  8. io i libri me li scrivo in testa.

    nel senso che non li metto proprio su carta (reale o virtuale che sia).

    stai messo decisamente meglio di me in fondo... :)

    RispondiElimina
  9. Penso che in molti abbiano dei "cadaveri" in attesa di sepoltura nelle llro cartelle.
    Per quanto mi riguarda non sono da meno, visto che mi ritrovo con una ventina di progetti che probabilmente non vedranno mai la parola fine.

    @Tim: bellissima idea e posso testimoniare che funziona (ho già avuto modo di provarla e l'esito è stato molto favorevole)

    Punto sul "bicentenario"...

    RispondiElimina
  10. @ Chiara : benvenuta.
    @ Tim : come già sottolineato da altri, ottima idea. Se tu (o qualunque altro blogger) vuole provare a concludere un mio scritto in sospeso... please, just contact me ;-)

    RispondiElimina
  11. Punto tutto su King Lear, sarebbe una cosa grandiosa

    RispondiElimina