mercoledì 28 novembre 2018

Un po' di disimpegno per l'anno 2019

C'è ancora tutto il mese di dicembre prima che finisca l'anno, ma è probabile che il clima freddo mi spinga verso uno stato di letargo ibernando i miei pochi neuroni ancora funzionanti (non sono un amante dell'inverno, penso si sia capito). Perciò, inizio già ora a progettare il palinsesto del blog per l'anno che verrà. E posso preannunciare che per il 2019 prevedo un po' di disimpegno nella mia attività.
Continuerò sicuramente a seguire e commentare i blog coi quali ho ormai stabilito un legame inscindibile anche sul piano umano e non mancherò di collaborare a iniziative comuni e me.me. interessanti.
Però il mio contributo individuale alla blogosfera sarà più blando.
Al momento attuale ho una sola certezza su ciò che proporrò nel 2019, ma non è una cosa seria (citando il mio autore italiano preferito): delle strisce fumettistiche a sfondo umoristico. Qualcosa di paragonabile al buon vecchio Writerman nella forma, ma completamente diverso nei contenuti.
L'idea è di un appuntamento fisso settimanale - magari il lunedì - al quale potrebbero aggiungersi strisce "eventuali ed estemporanee" in casi speciali.
Probabilmente pubblicherò anche qualche post tradizionale su argomenti già trattati in passato, ma senza scadenze fisse.
Una metamorfosi del genere forse avrà un riscontro negativo, non sono in grado di prevederlo. Però, d'altra parte, credo che sia sempre preferibile seguire la propria ispirazione e cercare strade nuove piuttosto che fare copia/incolla di cose già scritte.
Questo naturalmente non è l'ultimo post dell'anno: da qui alla notte di San Silvestro avrò ancora modo di importunare il web ;-)

21 commenti:

  1. Il freddo toglie la voglia e l'energia anche me... non sarà male cambiare il ritmo, scrivi solo quando vuoi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così sarà, anche se comunque il blog non chiuderà.

      Elimina
  2. Il disimpegno penso che sarà una cosa comune nel 2019, tu comunque scrivi quando ti va, come ti va e le cose che vuoi,la strada giusta è quella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti dicevo il mio blog sta diventando molto più "ombelicale"... Però provo ad andare avanti.

      Elimina
  3. Ti metti avanti con il lavoro, anzi con il letargo 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ammetto di sentirmi un po' come un orso bruno mentre si rinchiude nella sua grotta in attesa che finisca l'inverno ;)

      Elimina
  4. ma che importunare e importunare!!! Proprio tu??? Maq mi faccia il piacere diceva qualcuno più famoso di me :)
    Tu scrivi qunado vuoi e puoi. Noi siamo qui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pat, scrivere per te è sempre un piacere :-)

      Elimina
    2. Molto del piacere è nostro nel leggerti ;)
      Grazie

      Elimina
  5. Risposte
    1. Aggiungo che sono curiosissimo di vedere le tue strisce fumettistiche a sfondo umoristico. Il rimando a Writerman mi è piaciuto molto!

      Elimina
    2. Beh, queste saranno diverse. Non so neppure se faranno ridere :-D

      Elimina
  6. Che spirito negativo.. sono certa che è colpa del letargo. ;p
    Vedrai che in primavera fiorirai ancora! xD
    ..intanto sono curiosissima per le nuove strisce fumettistiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente sono fatte con ComiPo!

      Elimina
    2. Pensavo fossero fatte in stile Writerman... sono cmq molto curiosa! :p

      Elimina
  7. Cadrò anch'io molto presto in un relativo letargo blogghico, quindi ronferemo in compagnia anche se a distanza ;-D
    E sai che, coincidenza, ho citato Writerman solo pochi minuti fa? (Vola sul blog di Cinecivetta per i dettagli).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho appena letto, che dire, sono lusingato :-)
      Per il resto, speriamo che l'inverno non sia troppo duro ;-)

      Elimina
  8. Se tutti gli importunatori del web fossero come te.. ! Concordo sulla necessità di pubblicare in piena libertà. Poco prima delle festività anch'io cadrò in uno stato di letargo, ma sarà solo apparente perché mi concentrerò sui primi due esami universitari del 2019. Se ci penso mi si drizzano i capelli sulla testa dalla paura... ne parlerò in occasione dell'ultimo post. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, diamine, sei giustificatissima. Prepararsi per un esame universitario necessita di molto studio e molto impegno.

      Elimina
  9. Ognuno ha i suoi ritmi, no? E un po' di pianificazione fa sempre bene. Io per esempio l'ho fatta quest'estate, durante il periodo di chiusura del blog...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio caso si sommano anche alcune situazioni private che mi condizionano. Poi magari ne parlerò.

      Elimina