lunedì 10 gennaio 2011

Alla maniera di Sei Shonagon

Avevo già parlato di Sei Shonagon in questo post. E’ possibile trovare sul web alcuni esempi della sua scrittura Ad esempio qui). Nei giorni scorsi mi è capitato di pensare alla sua maniera, e ho pensato di farci alcuni post...

Il cielo e la sua rappresentazione artistica
Un cielo autunnale, con le sfumature di grigio liquido, sembra fatto apposta per essere rappresentato con un acquerello.
Quello estivo, splendente di azzurro intenso, è l’ideale per i quadri a olio.
Un cielo invernale pieno di nuvole che creano una quantità immensa di sfumature bianche e striature, fiocchi di cotone e rivoli lattiginosi, è meglio fotografarlo con una macchina digitale ad alta definizione: nessun pittore può avere la stessa fantasia della natura.

2 commenti:

  1. e' quello che dovevi tradurre?

    RispondiElimina
  2. No, questa è solo l'imitazione del suo stile applicato ad alcuni post del mio blog.
    "The pillow book" ha già una versione italiana (Le note del guanciale), e poi se la facessi io sarebbe la traduzione di una traduzione (in italiano da un testo inglese che è la traduzione dell'originale giapponese).
    In effetti il famoso lavoro di traduzione che ho detto di voler fare non è ancora iniziato. Sarà che il tempo libero purtroppo è sempre poco, lo utilizzo per scrivere e leggere (e comunque sempre interrotto dai miei famigliari che mi chiamano perchè serve aiuto per questo o quest'altro), e così alla fine non riesco a fare tutto ciò che vorrei fare. Non so che darei per avere quattro ore al giorno solo per me :-(

    RispondiElimina