domenica 28 novembre 2010

Conversazione immaginaria (forse) - 2

IO (sto leggendo un ebook sul mio palmare in sala d’attesa in banca)
AVVENTORE: Che è, uno smartphone?
IO (con poca voglia di parlare): No, è un palmare.
AVVENTORE: Ah! Ci si può installare il navigatore satellitare, no?
IO: Volendo, sì.
AVVENTORE: E ci si può pure connettere con facebook tramite il cellulare, giusto?
IO: Giusto.
AVVENTORE: Che è quello, twitter?
IO: No, è un libro.
AVVENTORE (sbalordito): Un libro?
IO: Sì.
AVVENTORE (curioso): L’ultimo di Dan Brown?
IO: No, è di un blogger italiano.
AVVENTORE: Un blog? Allora sei connesso su internet.
IO: No.
AVVENTORE (confuso): Cioè, ma che scrive questo?
IO: Romanzi.
AVVENTORE: Ma come si chiama? Per caso é quello che ha vinto il premio Strega?
IO: No, non ha ancora pubblicato niente. Distribuisce i suoi lavori tramite il proprio blog.
AVVENTORE: Ah, si possono scaricare con emule!
IO: Non c’è bisogno, li offre gratuitamente.
AVVENTORE (dubbioso): Ma è famoso?
IO: No.
AVVENTORE (con l’aria di chi sta facendo un ragionamento): Cioè, questo è un palmare ma non ci stai navigando su internet. Lo usi per leggere un libro. E l'autore di questo libro non è famoso.
IO: Esatto.
AVVENTORE (resta per un attimo sconcertato, poi si alza e va a sedersi da un’altra parte).

7 commenti:

  1. Io gli davo un ceffone... No, magari era grosso:-)
    Sei stato un grande e un mostro di gentilezza:-)

    RispondiElimina
  2. quanta bella gente che incontri :))

    RispondiElimina
  3. Certo però che te li sbeffeggi per bene questi tizi :)
    Io non ce la farei a tenere la conversazione così a lungo.

    RispondiElimina
  4. Non penso sia molto 'immaginaria' questa conversazione. Oggi se non mostri le chiappe (per le gentili signore) o il pacco (per i signori uomini) in qualche programma, non sei nessuno, anche se sei ricercatore avanzato al CERN -anzi forse proprio perché lo sei, visto come vanno le cose! Già il concetto di 'lettura' è contrario al 'comune senso del pudore'; che poi qualcuno regali quello che scrive è proprio da sfigati.
    Temistocle

    RispondiElimina
  5. A questa gente andrebbe spiegato con pazienza cosa significa pubblicare un romanzo online gratis e tutto il resto.

    RispondiElimina
  6. No, Mirco, questa gente andrebbe menata con pazienza. E metodo.
    In genere deploro la violenza, ma, come diceva il tizio, quanno ce vò, ce vò.

    RispondiElimina
  7. Questi non capiranno perché non VOGLIONO capire...
    Un confronto può partire solo da dei presupposti di apertura mentale. E' questo che manca in Italia (e non solo in questo campo, purtroppo...)

    RispondiElimina